Homepage English Version FAQ Link Utili Carta della sicurezza Contatti
Aiuto?
Chi è l'Aiscat
Le Associate
News
News recenti
Archivio 2016
Archivio 2015
Archivio 2014
Archivio 2013
Archivio 2012
Archivio 2011
Archivio 2010
Archivio 2009
Archivio 2008
Archivio 2007
Archivio 2006
Archivio 2005
Archivio 2004
Archivio 2003
Archivio 2002
Pubblicazioni
Notizie dall'Europa
Eventi
asecap
IBTTA
Io Non Rischio
Contact Center
 Osservatorio Furti e rapine agli autotrasportatori
Soccorso Meccanico
reets
easyway
 
01 luglio 2010

DAL 1° LUGLIO DECORRONO SULLA RETE DELLE CONCESSIONARIE ITALIANE LE MAGGIORAZIONI TARIFFARIE PREVISTE DALLA MANOVRA FINANZIARIA

Si rende noto che dal 1° luglio decorrono le maggiorazioni tariffarie sulla intera rete autostradale a pedaggio, disposte dall’art. 15 del D.L. 31 maggio 2010, n. 78. Le maggiorazioni tariffarie non sono a
beneficio delle Società Concessionarie.

Le misure di cui al citato decreto legge riguardano:
-  una maggiorazione tariffaria, al netto dell’IVA, su tutta la rete autostradale a pedaggio di 1 millesimo di euro a chilometro per le classi di pedaggio A e B (auto, moto, veicoli a 2 assi etc.) e 3 millesimi di euro a chilometro per i veicoli pesanti (classi 3, 4, e 5);

- una maggiorazione tariffaria forfetaria, sempre al netto dell’IVA,
di 1 euro per le classi di pedaggio A e B e di 2 euro per quelle superiori (classe 3, 4 e 5) presso i caselli di esazione delle autostrade a pedaggio che si interconnettono con le autostrade e i raccordi autostradali in gestione diretta ANAS. Queste maggiorazioni tariffarie non potranno, comunque, essere superiori al 25% del pedaggio altrimenti dovuto. Di seguito i caselli di esazione interessati da tale ultima disposizione:

Elenco stazioni di esazione delle autostrade a pedaggio assentite in concessione che si interconnettono con le autostrade ed i raccordi autostradali in gestione diretta ANAS presso le quali applicare le maggiorazioni tariffarie



<< news precedentinews successive >>