AISCAT News

AISCAT Informazioni – Edizione Mensile 11/2023

Prosegue il consolidamento del trend di crescita del traffico sulla rete che ha caratterizzato l’intero anno, con un aumento complessivo nel mese del +2,5% rispetto all’analogo periodo del 2022; aumento al quale ha contribuito, pur con peso diverso, l’incremento delle percorrenze sia dei veicoli leggeri che dei veicoli pesanti, pari, rispettivamente, a +2,9% e +1,6%. Si ricorda che da metà ottobre a metà dicembre il Traforo Monte Bianco è stato chiuso per lavori di manutenzione straordinaria. Conseguentemente, la ridistribuzione dei flussi su percorsi alternativi ha comportato un decremento consistente dei traffici, soprattutto merci, lungo le tratte di collegamento al traforo.

Considerando il valore cumulato, che ormai ha un’ottima rappresentatività dell’andamento annuo, ci si attesta su un valore totale di veicoli/km pari a quasi 80 miliardi, a fronte di poco più di 77 miliardi di veicoli/km registrati nello stesso arco temporale del 2022, con una crescita che in termini relativi è stata del +3,8% ascrivibile principalmente al traffico leggero che, da gennaio, è aumentato del +4,7%. Buono, seppur più contenuto, il contributo della componente pesante con una variazione di poco superiore al punto percentuale (+1,1%).

Passando alla disamina dei dati attinenti alla sicurezza stradale, nel confronto su base mensile, all’incremento di traffico sopra descritto è corrisposto purtroppo un aumento degli incidenti totali di circa il +7% (ma con un calo del -13,3% del pesante). D’altra parte, si è invece rilevata una notevole diminuzione del numero degli incidenti mortali (-72,2%) e, similmente, del numero di vittime in essi coinvolte (-75,0%).

Si continua quindi a consolidare, in termini di cumulato annuo, il miglioramento di tutti gli indicatori, ad eccezione, di quello collegato ai feriti (+0,8% in termini di tasso). Da sottolineare, invece, i decrementi alquanto significativi degli incidenti mortali e delle vittime, soprattutto in rapporto al traffico (-22,6% e -30,2% rispettivamente).

Per continuare a leggere scaricare la versione integrale del notiziario in versione pdf cliccando il bottone qui sotto.