AISCAT News

Adozione di conclusioni per un’Unione europea più sicura e resiliente dal punto di vista informatico

Il 21 maggio scorso, i Ministri dell’Unione europea hanno approvato un documento contenente le conclusioni del Consiglio UE volte a stabilire il percorso per la costruzione di un’Unione europea più sicura e resiliente dal punto di vista informatico. Le conclusioni del Consiglio UE sono incentrate su una serie di punti fondamentali: l’adozione e l’attuazione di standard armonizzati, la certificazione, la sicurezza della catena di approvvigionamento, la cooperazione con il settore privato, il sostegno alle PMI e la predisposizione di adeguati finanziamenti. Le conclusioni del Consiglio sottolineano altresì l’importanza di rafforzare il coordinamento e la collaborazione al fine di evitare la frammentazione delle norme sulla cybersicurezza soprattutto nella legislazione settoriale e invitano a chiarire ulteriormente ruoli e responsabilità nel settore cibernetico, a rafforzare la cooperazione nella lotta contro la criminalità informatica e a lavorare su un progetto condiviso del quadro di gestione delle crisi informatiche. Per colmare il divario di competenze in materia di cybersicurezza viene anche incoraggiato lo sviluppo di un approccio multistakeholder, che include la cooperazione con il settore privato e con il mondo accademico. Il documento del Consiglio UE si occupa inoltre della dimensione esterna, ricordando la necessità di portare avanti una politica internazionale attiva e di rafforzare la cooperazione con i Paesi terzi, in particolare nel quadrante transatlantico, per poter realizzare un forte ecosistema internazionale resiliente contro le minacce informatiche. In tale quadro, infine, il Consiglio UE invita la Commissione europea e l’Alto rappresentante a presentare quanto prima una strategia aggiornata in materia di cybersicurezza per la UE.